web analytics

The Normal Heart

The-Normal-Heart-PosterTitolo originale: The Normal Heart
Anno: 2014
Durata: 132 min.
Genere: drammaticolove story
Tendenza gay: tendenza alta
Contenuti: contenuti espliciti
Nazione: USA
Lingua originale: inglese
Regista: Ryan Murphy
Principali interpreti:
Mark Ruffalo – Ned Weeks
Matthew Bomer – Felix Turner
Jonathan Groff – Craig Donner
Taylor Kitsch – Bruce Niles
Jim Parsons – Tommy Boatwright
Julia Roberts – Emma Brookner
Finn Wittrock – Albert

In Italia: 
Titolo versione italiana: The Normal Heart
Anno: 2014
Distribuzione: Sky Tv
Lingua: 
Italiano
Disponibilità: film distribuiti

Storia:
La storia inizia nel 1981. Ned Weeks (Mark Ruffalo), famoso scrittore di New York e omosessuale dichiarato, è a Fire Island Pines (Long Island), meta turistica gay per eccellenza, per festeggiare il compleanno dell’amico Craig Donner (Jonathan Groff).
Il Movimento Gay ha fatto passi da gigante dai moti di Stonewall, e Ned e i suoi amici – tra cui il “veterano” Mickey Marcus (Joe Mantello) e il bellissimo Bruce Niles (Taylor Kitsch), che fa coppia fissa proprio con Craig – ora possono amarsi alla luce del sole. Insomma, sembra di stare in paradiso. E invece su di loro sta per scatenarsi l’inferno di quello che in futuro sarà conosciuto come AIDS.
Tornato a casa, Ned, dopo aver letto un articolo sul New York Times che parla di “una strana forma di cancro che finora ha colpito 41 omosessuali”, decide di andare a farsi visitare. A riceverlo è la burbera dottoressa Emma Brookner (Julia Roberts), combattiva ma costretta sulla sedia a rotelle a causa della poliomielite.
In tutto l’ospedale, Emma è l’unica disposta a prendere in cura questi nuovi “appestati” (così infatti erano considerati questi malati), e Ned capisce che è con lei che dovrà collaborare per alzare la soglia dell’attenzione all’interno della comunità gay, che ora inizia a vivere nella paranoia e nella paura.
Nonostante ciò, Ned incontrerà e si innamorerà del bellissimo Felix Turner (Matt Bomer), che lo sosterrà in questa sua battaglia per la sensibilizzazione. Il personaggio di Mark Ruffalo, infatti, insieme agli amici più stretti (con cui comunque non mancheranno animate discussioni), fonderà l’associazione Gay Men’s Health Crisis allo scopo di denunciare l’immensità del problema a livello nazionale, e soprattutto per aiutare chi purtroppo è già ammalato con una linea telefonica di supporto. Quella contro l’AIDS, però, sarà una battaglia dura e letale, e anche Ned toccherà con mano la disperazione, ma, nonostante ciò, “arrendersi” non sarà una parola che entrerà a far parte del suo vocabolario.

Altro/Curiosità:
– The Normal Heart è tratto dall’omonima opera teatrale del 1985 di Larry Kramer, fervente attivista gay, sieropositivo, e fondatore del Gay Men’s Health Crisis, la più grande associazione di assistenza per malati di Aids nel mondo.
– Il Presidente Obama ha chiamato il regista gay Ryan Murphy per congratularsi con lui dicendogli che ha amato il film e che lo ha trovato incredibilmente commovente. Ryan ha dichiarato: “L’intero film racconta la storia di Larry che sta cercando di attirare l’attenzione di Washington e 30 anni dopo mi arriva la chiamata del Presidente: il cerchio si è chiuso” (Deadline.com)
– La produzione ha dovuto fermare le riprese per una pausa semplicemente obbligatoria. Lo scopo? Permettere a Matt Bomer di perdere 40 libbre (circa 20 chili) per poter avere il fisico di un malato terminale di AIDS. L’attore ha dichiarato che è stata davvero dura sottoporre il suo corpo a un dimagrimento così estremo, e che dopo aver girato la sua ultima scena, dov’era sdraiato in un letto d’ospedale, era talmente debole che ha fatto fatica ad alzarsi!
– Il direttore della fotografia Daniel Moder è il marito di Julia Roberts, che nel film interpreta la burbera dottoressa Emma Brookner.
– Barbra Streisand ebbe i diritti per fare un film dall’opera teatrale di Kramer per circa un decennio, ma non trovò mai i fondi per produrre il lungometraggio.
– Jim Parsons ha interpretato Tommy anche nel revival dello spettacolo teatrale nel 2011. E’ l’unico attore del film ad aver portato lo stesso personaggio sul palcoscenico.
– Per il revival del 2011, Larry Kramer preparò un volantino dal titolo “Please Know” (per favore, sappi che) che stampò in migliaia di copie e consegnò personalmente agli spettatori all’ingresso del teatro. Nel volantino, Kramer spiegava che gli eventi e i personaggi erano in gran parte basati su fatti realmente accaduti e persone realmente esistite, tra cui Paul Popham, uno dei fondatori del Gay Men’s Health Crisis (l’ispirazione per Bruce), la dottoressa Linda Laubenstein, una delle prime ricercatrici sull’AIDS (l’ispirazione per Emma), e Rodger McFarlane, che ebbe l’idea della creazione del “telefono amico” del Gay Men’s Health Crisis (l’ispirazione per Tommy). Il personaggio di Ned, invece, è ispirato allo stesso Kramer.
– Il titolo del film e dello spettacolo è tratto da un verso di una poesia di W.H. Auden, precisamente da “September 1, 1939”.
Informazioni da Sky.it

Trailer:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.